mercoledì 2 settembre 2009

strascichi vacanzieri e scelte di vita



Grandi novità quest'estate... da tempo pensavo di modificare il mio stile di vita, di tornare su vecchi passi per ripercorrere in maniera nuova (e forse più matura) scelte già fatte in passato, poi ci sono stati vari eventi, tra cui delle analisi del sangue sballate, che mi hanno fatto accellerare il passo, studiare alternative, e, finalmente arrivare proprio a quella scelta, senza rigidità, senza estremismi...
Ho quindi deciso di tornare ad una dieta "vegetariana", ma vegetariana a modo mio.
Quando lo sono stata, mille anni fa, lo facevo per ideologia, per rispetto verso gli animali e per senso di orrore verso l'essere causa di morte di altri esseri viventi... oggi lo faccio in parte per le stesse ragioni, ma con uno spirito più leggero e meno estremista, sopratutto con un estremo rispetto per la natura che mi sta intorno nel suo insieme, in più c'è anche un aspetto salutistico... che mi porta anche a dire che è ben accetto il pesce, perché contiene molti omega 3 e 6 (e poi il pesce, infondo-infondo, è quello che fa una vita migliore tra tutti gli animali... almeno lui, se scegliamo quelli non di allevamento, vive libero! lo so, muore in una maniera orribile e come possiamo trarre beneficio da qualcosa che ha passato momenti come i suoi?? ... ma attualmente i miei ragionamenti e le mie necessità mi portano a fare questo tipo di scelta "razzista", poi si vedrà).


[Ne ho approfittato per pubblicarvi altre due foto delle mie vacanze, non editate al pc... giammai!! ma fatte giocando con l'esposimetro durante un pic nic nel bosco]

19 commenti:

  1. ma come si fa ad avere fame a quest'ora? quando l'amica leo mi fa il tabulè io sono capace di mangiarmelo tutto a colazione! questo coi peperoni lo provo di sicuro (con le melanzane sono i miei preferiti..ma anche le patate, e i pomodori, e le verze e...vabbeh ci fosse una cosa che non mi piace!;-)
    qualcuno mi dice com'è che ci si mette a dieta?

    RispondiElimina
  2. Mi fa piacere poter leggere di nuovo i tuoi post,
    complimenti per il passaggio vegetariano.
    Hai preparato un'ottimo couscous

    RispondiElimina
  3. bentornata evelyne cara!
    ...e benvenuta tra coloro che son vegetariani "a modo loro", includendo il pesce.
    ;-D

    RispondiElimina
  4. Buonissimo il cous cous che hai preparato.

    complimenti per la scelta.

    ciao

    RispondiElimina
  5. io sono vegetariana, ma anche senza pesce... non mi reputo estremistam, anzi, sono molto tollerante verso chi fa' scelte non totalmente vegetariane.
    apro e chiudo una veloce parentesi "pescivora": purtoppo il pesce non è poi così sano come pensiamo, perchè il mare è, purtroppo, sempre più inquinato... e il pesce, a dispetto di quello che si può pensare, è l'animale con il sistema nervoso più simile al nostro... diciamo in parole povere che percepisce il dolore in modo simile all'uomo... però va beh... capisco che il pesce è molto buono e confesso che da quando sono vegetariana è l'unica cosa di cui a volte ho sentito la mancanza... quindi capisco chi non rinuncia a calamari, gamberettima, etc... io però rimango estremista!!! ;-)
    baci

    ps: w il cous cous!!!!

    RispondiElimina
  6. @ simona: saperlo....

    @ dajana: mi fa piacere che ti faccia piacere!

    @ cobrizo: grazie! ;-)

    @ alessandra c.: non intendevo dire che chi non mangia pesce è estremista, forse mi sono spiegata male, in realtà era alla mia rigidità ed estremismo passati che mi riferivo, ma ero adolescente quando ho iniziato, un'età in cui il mondo è bianco o nero! sul pesce sapevo che avrei scatenato discussioni... ;-)

    RispondiElimina
  7. ecco qua... ti ho appena invitata!
    ciao! ;)

    RispondiElimina
  8. Bentornata cara!
    Spero che i valori sballati delle analisi del sangue tornino al loro "posto" al più presto!
    Per quanto riguarda la mia raccolta, diciamolo piano piano, ma, visto che non ho ancora avuto il tempo per fare il pdf, puoi ancora partecipare se vuoi;)
    Un bacio grande!

    RispondiElimina
  9. @ Konstantina: grazie, in effetti stanno già tornando al loro posto... ma gli voglio dare un'ulteriore colpetto per mettere tutto a posto! grazie per la dilazione, passo a postarti i miei ritardatari!

    @ vaniglia: alééééé!!!

    RispondiElimina
  10. buono il cous cous! a proposito del pesce,io mi sono fatta alcune domande che hanno trovato risposta nelle parole di alessandra c.
    ho forti dubbi riguardo al fatto che sia un alimento sano: la maggior parte è pieno di mercurio e per di più è di allevamento...o almeno, qui dove abito io è molto difficile trovarlo che non lo sia. inoltre penso che tutti noi possiamo venire "fregati" da chi ci vende del pesce come "libero" mentre invece è di allevamento.
    insomma...la questione pesce è da un po' di tempo che mi turba. come risolverla? mangiandolo solo al mare, appena pescato dal pescatore di fiducia? è possibile ciò?

    RispondiElimina
  11. Ciao , evelyne, bentornata , io sono appena partita :-) ma torno presto !
    Un saluto . chiara

    RispondiElimina
  12. Ciao Evelyne, bentornata!!!
    Ricetta di couscous copiata e girata alla moglie, la faremo :-)

    RispondiElimina
  13. beh, io vegetariana non lo sono mai stata, ma tra l'intolleranza al lattosio e il fatto che non digerisco bene i lieviti... non mi sono mai sentita di rinunciare ad altro (anche se carne ne mangio ben poca..)

    il pesce ho la fortuna di prenderlo qui a Lisbona, anche se spesso lo compro nei supermercati del freddo

    lo so, congelato non è il massimo, ma è sicuro

    ben ritrovata!

    RispondiElimina
  14. @ desperate.viz: quindi consigli di prenderlo surgelato?

    per sostituire i lieviti hai mai provato il cremor tartaro? mia suocera lo usa perchè è intollerante ai lieviti e con quello non ha problemi

    RispondiElimina
  15. @ salamander, alessandra c. e viz: io però non ho mai sostenuto che il pesce fosse un alimento sano... ho solo detto che per me, in questo momento specifico, era importante a livello salutare, forse sono stata poco chiara... comunque tornando all'argomento, che è interessante, secondo me l'unico modo è avere un pescivendolo di fiducia (esistono ancora?), che sia un negoziante o di un GAS o di un supermercato... basta che ci si fidi! perché tra surgelato e fresco non credo che uno offra più garanzie dell'altro, anzi... per me sono tali e quali.

    @ viz: ma ciaoooo! bentornata!! anche io tra intolleranze (grano e latte) e allergie non son messa molto bene, ma dopo averla pensata come te per un po' ho deciso che era venuto il momento...

    @ CorradoT: fatemi sapere!

    RispondiElimina
  16. @ evelyne: sì avevo capito che il tuo discorso era un po' diverso, però visto che è emersa la questione pesce ho espresso le mie ultime riflessioni a tal riguardo e purtroppo penso che non ci sia soluzione. cioè, anche se abbiamo un pescivendolo di fiducia la situazine non cambia: i mari sono sempre più inquinati e inoltre un pescivendolo che sta a ridosso delle alpi (nel mio caso)si beve quel che gli raccontano i fornitori, ma mai ne saprà molto sulla provenienza del pesce che lui acquista.
    oppure saprà quel che gli viene raccontato....che poi sia vero.....

    stiamo distruggendo il pianeta, questa è la verità. che tristezza...
    ma per fortuna ci sono persone come te evelyne, che nel loro piccoo fanno e disfano per cercare di inquinare un po' meno. w la sezione sulla decrescita! :-)))

    RispondiElimina
  17. @ salamander: si, si, fai benissimo ad approfondire l'argomento, avevo paura ci fosse un fraintendimento per cui ho specificato, ma per me l'argomento è aperto e chiunque voglia dire la sua è benvenuto/a!
    sono assolutamente d'accordo sulla difficoltà di avere un pesce sano, io sono addirittura arrivata a pensare che forse forse, visti tutti i controlli a cui sono soggetti, potrebbero essere più sani i pesci di allevamento... ma non ho una formazione tale da poterne avere la certezza... certo che se li pescano alla foce di fiumi come l'Arno o altri grandi fiumi in cui scaricano industrie... beh, quel pesce lì di sicuro non è sano! ... e spesso, come dici tu, i pescatori e/o i fornitori son furbetti!
    come dici anche tu stiamo distruggendo il pianeta, per fortuna esistono molte persone sensibili, sarebbe però importante lo fossimo tutti/e, facendo essere delle mosche bianche quelli che inquinano e non rispettano l'ambiente, non il contrario! solo così riusciremmo ad ottenere dei risultati... basta che alzi gli occhi e guardi cosa fanno i miei vicini per capire che siamo una goccia in questo mare....

    RispondiElimina
  18. @ evelyne: guarda, della questione mosche bianche "al contrario" ne discuto sempre con andrea, il quale mi distrugge tutti i tentativi di salvare il pianeta esattamente per il motivo che hai detto tu. noi cerchiamo di preservare mentre altri miliardi di persone distruggono indiscriminatamente.

    sul pesce di allevamento anche io ho fatto il tuo stesso ragionamento (ma vààà?????)e sarei quasi più tentata ad acquistare quello al posto di gamberi e altre qualità che provengono dall'oceano indiano ecc....anche per un discorso di km zero, o quasi, e per la questione di pesca consapevole, che almeno non rovina i fondali marini! molto spesso ripiego sulla trota che viene pescata nelle acque del parco nazionale del gran paradiso. almeno son sicura...
    pensa che io amo le ostriche ma dopo quel disastro di petroliera nei mari del nord francesi non ho neanche quasi più motivo di desiderare tanto un altro viaggio in normandia...

    RispondiElimina